×
Diventa Driver Hai un'Attività? Entra nel Team Blog Investor
api-logo-circle

Abbiamo adottato 60.000 Api

Senza le api, d'altronde, non esisterebbero la Pizza o il Sushi e forse neanche tu.

Vuoi sapere perchè?
api-world

Moltissimi animali e piante dipendono dalle api e il riscaldamento globale le ha messe in pericolo

Un mondo senza api sarebbe decisamente diverso da quello che conosciamo noi. Da oltre 30 milioni di anni, l'azione di impollinazione svolta dalle api permette la riproduzione di moltissime piante, mantenendo così l'equilibrio degli ecosistemi e preservando la biodiversità.

Le api sono quindi fondamentali non solo per la sopravvivenza di moltissime specie vegetali, ma anche per noi.

Giusto un po' di dati per farti capire di cosa parliamo.

api-img-tree

90%

Percentuale di piante selvatiche che dipendono dall'impollinazione.

api-img-tree

75%

La percentuale delle colture a scopo alimentare che scomparirebbe senza le api.

api-img-tree

-40%

Riduzione della popolazione di api e vespe del mondo negli ultimi 30 anni.

Abbiamo deciso di fare la nostra parte.
Ecco a chi ci siamo rivolti.

Abbiamo affidato le nostre 60.000 api all'apicoltura "Il Castello" di Domenico Piscitelli.

Domenico, titolare dell’apicoltura Il Castello nella regione Campania. Imprenditore agricolo dal 1995, Domenico si è avvicinato al mondo dell’apicoltura come hobbista e oggi ha più di 200 alveari. Produce diverse varietà di mieli come il miele di arancio, acacia, ciliegio, castagno, millefiori e la melata di bosco.

Vai dall'apicoltore

Vuoi adottare anche tu un alveare?

Grazie alla tecnologia messa a disposizione dall'azienda italiana che si prende cura della api potrai monitorare anche tu le condizioni delle api che sceglierai di accudire. Visita il sito di 3Bee e adotta un alveare. Con il codice ALFONSINO10 ottieni un 10% di sconto sull'adozione.

Scopri come

Vuoi fare la tua parte?

Già lo stai facendo. Con ogni tuo ordine.
La nostra azienda di Delivery continuerà, infatti, a sostenere l'iniziativa.
Sempre e comunque. Lunga vita alle Api!